Democratici nel mondo
Materiali
PD
AreaDem
27 Novembre 2012

Al ballottaggio per dare
ancora forza al centrosinistra

Argomento: Politica
Autore: Franco Mirabelli

Quella di domenica scorsa è stata una splendida giornata per il centrosinistra, per il Paese e per il futuro dell’Italia. Una giornata di partecipazione, democrazia, buona politica, che porta nuove speranze dopo mesi difficili segnati dalla distanza della politica dai cittadini; dalla crisi dei partiti vissuti come distanti dalla vita concreta, nel momento in cui la vita di tante persone è diventata difficile e faticosa; dall’idea disperata che racconta che tutti sono uguali, che la politica è autoreferenziale e corrotta.

Domenica si è dimostrato che così non è. Anche il dibattito aperto nel centrodestra dove sembra prevalga, ancora una volta, contro le spinte verso la partecipazione dei cittadini, l’idea di un partito padronale in cui tutto dipende dagli umori del capo, dimostra che ci sono due idee di politica, di Paese, che lì continua a prevalere l’interesse di pochi contro i bisogni dei molti.

Per queste ragioni le primarie hanno dato credibilità ad un’altra politica e dato una straordinaria forza al centrosinistra. Hanno detto che c’è chi può governare l’Italia con i cittadini e guardando all’interesse generale, che non servono governi tecnici, ma c’è in campo una grande forza che può costruire un futuro diverso e migliore per tutti, assumendosi la responsabilità di scelte, anche coraggiose, ma sempre orientate al bene comune.

Quei tre milioni e oltre di italiani che hanno votato domenica hanno costruito, in una sola giornata, un patrimonio che oggi è l’anima e il biglietto da visita del centrosinistra. I meriti sono di tutti, nessuno deve arrogarsi la paternità di un passaggio che ha voluto tutto il Pd e che ha voluto così, aperto e segnato da una contendibilità reale, prima di tutto il nostro segretario. I meriti sono soprattutto delle decine di migliaia di volontari che hanno lavorato con passione affrontando ai seggi un compito importante ma tanto faticoso.

Abbiamo oggi tutti insieme il compito di non deludere il popolo che abbiamo ritrovato. Di dare valore e forza alle sue idee e alle tante speranze e aspirazioni. E dobbiamo farlo da domenica prossima, lavorando perché la straordinaria partecipazione venga confermata al ballottaggio. Per farlo serve in questi giorni parlare dell’Italia che vogliamo, di come vogliamo aiutare i tanti che sono stati segnati dalla crisi, i giovani che hanno bisogno di futuro, di come vogliamo far funzionare meglio le istituzioni di questo Paese che devono tornare ad essere al servizio e non sopra ai cittadini.

Le regole ci sono e quella di metterle in discussione in corso d’opera per convenienza di parte è un errore, il ballottaggio serve a dare più forza al candidato del centrosinistra. Discutere di questo, accreditare l’idea che non ci si fida dei nostri stessi amici e compagni, inficiare la credibilità del risultato rischia di vanificare i tanti sforzi fatti. Le primarie sono importanti chiunque vinca, non avranno meno valore se, come penso e spero, vincerà Bersani o se vincerà Renzi. Il riconoscimento reciproco è decisivo se vogliamo essere affidabili agli occhi di chi ci guarda per il governo del Paese.

Le foto presenti su nuovitaliani.it sono prese in larga parte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.
Powered by Adon